Prodotti per l’acustica


L’era digitale ha portato verso un’evoluzione degli spazi ufficio e dei concept progettuali associati. L’idea di uno spazio occupato da un solo ufficio è stata abbandonata per soluzioni più flessibili, spazi aperti, meeting room informali e zone relax per l’incontro tra i lavoratori. Queste nuove soluzioni progettuali hanno fatto emergere una problematica comune: l’acustica degli ambienti. Il problema di acustica negli open space è così elevato da calcolare che faccia perdere circa il 15-20% della produttività a causa del rumore di fondo e della disattenzione. Come eliminare questo problema?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo partire dalla definizione di suono.

Il suono è una vibrazione di un corpo in oscillazione. Tale vibrazione si propaga nell’aria raggiungendo l’apparato uditivo e generando nelle persone delle sensazioni uditive. Il modo in cui ciascuno di noi percepisce i fenomeni sonori è del tutto soggettivo: il nostro cervello elabora il suono in pensieri positivi identificandolo come un suono piacevole, una melodia oppure può elaborarlo come un rumore fastidioso, disturbante. I rumori disturbanti sono i rumori di fondo, le voci sgradevoli o la musica troppo alta che ci giunge dall’appartamento dei vicini.

Nell’acustica degli edifici è importante utilizzare elementi strutturali divisori, come pareti, soffitti, finestre, porte, … che minimizzino il passaggio del suono e che abbiano degli ottimi requisiti di isolamento acustico. Invece per migliorare l’acustica di un ambiente, ossia eliminare il fastidioso effetto di riverbero è necessario utilizzare materiali fonoassorbenti che hanno la capacità di isolare il suono.

L’acustica di un ambiente è principalmente determinata dalle vibrazioni sonore che si propagano per via aerea come la voce umana, la musica o i rumori emessi dagli impianti tecnici e che provocano nell’aria un’oscillazione della pressione locale in aria che si propaga dal luogo di emissione all’ambiente circostante.

Di seguito vi mostriamo le nostre soluzioni: